RSPope.jpg

Giorgia Mecojoni mette d’accordo tutti. E’ scandalo!

By

L’ha ritratta in una fogna, tra ratti e scarafaggi.

E’ lei, la “ministronza” Giorgia Meloni, la protagonista del libro a fumetti satirico di Alessio Spataro, raccolta della serie “Giorgia Mecojoni” già presente sul blog dell’autore. E per questa pubblicazione, c’è ora gran sgomento e sdegno, provenienteMINISTRONZAlibro dalla diretta interessata, da destra e da sinistra. Forse abbiamo trovato qualcosa che mette d’accordo tutti, finalmente, in politica. Molti grossi esponenti dei nostri partiti hanno subito preso le difese della Giorgetta, finita, poverina, nelle vignette crudeli di un disegnatore da quattro soldi. Che però avrà tanta, tanta pubblicità. Qui di seguito varie dichiarazioni; dopo il crocifisso, un’altra cosa su cui opinare e creare un altro gran polverone del nulla:

Barbara Saltamartini (Pdl, Popolo delle lucciole): “un’oscenità immonda”

Gianfranco Fini (Pdl, nonostante tutto): “vignette di scarso valore e di pessimo gusto”

Paolo Bonaiuti (Pdl): “libro volgare, rozzo e greve”

Mara Carfagna (Pdl): “Il nostro Paese assiste all’ennesimo imbarbarimento dello scontro, che nulla ha a che vedere con la politica, e in mezzo ci finisce per l’ennesima volta una donna” (ma che ha, un nastro registrato per le dichiarazioni?)

Michela Vittoria Brambilla (Pdl): “non sono in alcun modo ammissibili insulti del genere”

Mariastella Gelmini (Pdl): “un attacco che supera ampiamente i limiti della satira”

Rosy Bindi (Pd, Partito del Domani [che non arriva mai]): “volgare maschilismo che offende tutte le donne, senza distinzione di ruolo o appartenenza politica”

Anna Finocchiaro (Pd): “Sono certa che Giorgia Meloni non si lascerà fermare nella sua attività politica, che svolge con una passione riconosciuta da tutti, dagli attacchi gratuiti contenuti in un fumetto”

Silvana Mura (Idv, Io dove vado): “La satira è satira, ma nel caso di Giorgia Meloni mi sembra che si sia sconfinati nell’offesa feroce e gratuita, oltre che in una volgarità sicuramente inaccettabile”

Rocco Buttiglione (Udc, Ultimi della carovana): è “l’ennesimo esempio del degrado sempre peggiore in cui sta scadendo il clima politico e mediatico italiano”

Pia Locatelli (Sinistra e velleità): “Vignette insultanti che falsano la realtà di una donna che, piaccia o no, è diventata ministro per le sue qualità e capacità”

Nella bolgia dei commenti idioti più di massa e circostanza che di inutile solidarietà femminista e umana, una piccola voce si è levata dal coro: “Ma i fascisti stavano nelle fogne, no”?! Ha chiesto un bimbo al nonno. E il nonno: “e infatti, si vede che in qualche modo c’è tornata”.

nov 12th, 2009 | Category: Satirattualità
Tags: , , , , , , ,