RSPope.jpg

Calderoli, geniale! Ma i parlamentari non arriveranno più a fine mese

By

Siamo salvi. Calderoli, ministro della semplificazione normativa, ha trovato la chiave per uscire molto meno grattugiati dalla crisi, ovvero tagliare le spese là dove proprio sono inutili e fare ciao con la manina ai vari Grecia, Portogallo e Spagna, che invece navigano in mari di diarrea. Eh sì, noi italiani lo troviamo sempre un modo per cadere in piedi.

PATTI CHIARI - "Ma che volete, oh, ce l'ho pure scritto qua davanti, sul palchetto..."

“Proporrò l’intervento sugli stipendi dei ministri e dei parlamentari, ma anche un ampio pacchetto, per fare in modo che la dieta, finalmente, la si faccia fare anche a tutti gli ‘alti papaveri’ del pubblico, anche quelli del cosiddetto sottobosco, che fino ad oggi non mai stati toccati e sono stati considerati degli intoccabili”. Ottimo, bis! Incredibile, da quant’è che la gente si lamenta di quelle forme di vita dubbie scalda-poltrone, assenteiste, che guadagnano circa 15.000 euro netti al mese (il compenso più alto d’Europa)?

L’Unione Europea ha già ovviato nel 2009 al divario di stipendio dei suoi europarlamentari, in passato diffenrente da Stato a Stato, ora uguale per tutti e meno spropositato. E infatti, l’Italia si rifà ora a questa mentalità: “L’intervento di riduzione di almeno il 5% sullo stipendio dei ministri e dei parlamentari che intendo proporre a breve – continua Calderoli -, rappresenta un atto di giustizia“. Una decurtazione di ben 750 euro circa dalle buste paga delle Camere, che permetteranno agli operai di essere riassunti dalle rispettive aziende e all’Italia di far fronte a tutti i deficit. Di contro, i parlamentari, che non arriveranno a fine mese, si troveranno costretti a rubare il cibo nella mensa di Montecitorio o palazzo Madama, per portarselo a casa. “Per l’Italia questo ed altro”, ha sostenuto uno a caso tra Bossi, Maroni e Castelli, decidete voi.

Schifani è d’accordo. Sacrifici per tutti, con i politici che devono stare in prima fila dando il buon esempio. Un esempio da 750 euro su 15.000. Ha ragione il radioascoltatore pensionato che ieri ha chiamato in trasmissione da Cruciani, in diretta dal Salone del Libro di Torino: “5%? Ma dovrebbero tagliare di almeno il 50%!”. Esagerato. Già dovranno rinunciare a 750 euro di polvere bianca in più, adesso non facciamo gli ingordi, su.

Fonte Foto: Varesepolitica

mag 15th, 2010 | Category: Satirattualità
Tags: , , , , ,