RSPope.jpg

Alla cortese attenzione del vostro lurido direttore

By

Non solo spam all’interno della nostra posta. Mentre cercavo una nuova cura per muscoli sempre più prominenti tra le mail di rassegnastagna, ecco che mi salta all’occhio questa lettera inviataci da un onorevole. La pubblichiamo integralmente. E sono cazzi.

All’attenzione del direttore di Rassegna Stagna

Signor direttore,

sono capitato dal sito da lei diretto- a dire il vero per un errore di digitazione- e non posso perciò esimermi dal comunicarle quello che penso dopo aver visto il suo sito. Da tempo ormai immemore ho scelto una parte politica che si distingue con costanza e dedizione dall’immondizia della gente che non ha a cuore questo Paese; sin dalle prima istanze ho scelto di seguire il progetto di Forza Italia prima e del Pdl poi, proprio per cercare una via d’uscita alle menzogne che la gente come Lei e i suoi scagnozzi si divertono a raccontare su professionisti seri e rispettabili.

EHEHEH - Gian Ignazio B. Bertone-Salviati è un grande

Mentre la maggior parte dell’opinione pubblica è in questo momento impegnata a seguire il fuoco fatuo della prostituzione minorile, della corruzione, della dissoluzione morale e di festini a base di un immaginario sado-maso che non appartiene alle tradizioni e ai valori della Destra, chi è veramente vicino al Cavaliere sa cosa succede nella vita quotidiana del Premier.

Intanto, le speculazioni sulla presunta Dama Bianca, la fidanzata del Primo Ministro, sono uno specchietto per le allodole atto a distorcere e gettare fango sulla realtà. Il Cavaliere è effettivamente coinvolto in una relazione sentimentale e – a quanto dice Lui – platonica, che si è premurato di tenere nascosta da quanti, come voi, avrebbero goduto nel scandagliare, sezionare e gettare in pasto ad un pubblico cannibale e incolto come il vostro l’intera vita della signora in questione.

La Signora in questione, che merita la S maiuscola, non è infatti una sciacquetta qualsiasi – di quelle che la stampa della vostra parte politica continua a mettere in relazione al Cavaliere, come se fosse una partita al memory della dissoluzione-, bensì una ex-missionaria che nonostante il fortissimo credo ha scelto di vivere nella pienezza la sua vita accompagnandosi al nostro Premier; fonti a me vicine mi confermano un primo incontro avvenuto durante una visita ufficiosa del Premier in Congo, un blitz inaspettato fortemente voluto dal Cavaliere a sostegno di quanti portano alta la bandiera dell’italianità cattolica nel Continente Nero. Nonostante le maldicenze, il Premier è abituato ad intervenire nell’anonimato, andando a visitare luoghi e situazioni impensabili per la maggior parte dei nostri connazionali. Si sappia che durante il suo ultimo periodo di assenza dalle scene pubbliche, inizialmente correlato ad una influenza generica, il Premier era invece costretto a letto da una malattia infettiva contratta in Africa.

Di qui, vi sembra così incredibile pensare al Bunga Bunga come una colorita espressione che il Premier usi per ricordare i suoi giorni in Africa?

Come potrete capire- se siete ancora in grado di pensare al di fuori dei diktat del Partito Sovietico- l’impegno umanitario del Premier, e le sue frequentazioni sono ben lontane dal troiaio descritto dai suoi detrattori.

Per gli appassionati di gossip, vi dirò che laddove nelle intercettazioni di quei criminali politicizzati dei magistrati si legge di una discoteca abusiva nello scantinato del Premier, si trova invece una cappella consacrata da Camillo Ruini in persona, con la riproduzione della cripta dove è sepolto il beato Padre Pio, a cui il nostro Premier è devoto, e dove passa lunghe ore a meditare.

Con questo penso sia abbastanza chiaro che il quadro descritto in questi giorni è assolutamente inveritiero, frutto di una fantasia masturbatoria della sinistra più becera che, incapace di proporre alternative parlamentari, si sollazza inventando sceneggiature che neanche il più turpe film pornografico, appoggiata dalle sadiche e sfrenate fantasie erotiche dei giornalisti asserviti ai partiti post-comunisti.

Con questo si spiega anche l’indignazione di alcuni nostri illuminati esponenti, come l’on. Santanchè e il ministro Gelmini, trovatesi ingiustamente in un contesto di totale ribaltamento della Verità.

E con questo concludo, signor direttore di questa isoletta di parzialità nella rete, nella speranza che presto sia la polizia postale piuttosto che Dio a decidere che non ci sarà più spazio per un’informazione falsa come questa.

Cordialmente,

Gian Ignazio B. Bertone-Salviati

feb 17th, 2011 | Category: Satirattualità
Tags: , , , , , , , ,
  • glocco salzio

    nonna gibbs è un genio.

  • Bisax

    Non.può.essere.vero.

  • marcio

    Mammamia questo sta fuori!
    represso webnauta redimiti!

  • Mazeppa

    silvio santo subito

  • LauraFujiko

    E' un fake, vero?