RSPope.jpg

Libia Über Alles. Il mio petrolio non si tocca!

By

Non-più-cari italiani, sono di nuovo io, Muammar Gheddafi. Io ci ho tentato ad assumere con voi un atteggiamento di benevolenza, acquisendo con la forza questo giornale online, instaurando un dialogo con i lettori e con i vostri opinion leader.

CALMA, CALMA! - Sottomarini, missili Cruise, Tomahawk, F16, tornado, anti-radar. Ma che bisogno c'è? Ho armi che invidierebbero solo quelli che fecero la rivoluzione francese

Vi scrivo forse per l’ultima volta, mentre la vostra operazione “Odissea all’alba” (ma che nome è? Siete totalmente idioti?) è cominciata, mentre armate le basi aeree di Sigonella e Trapani (veramente deliziosa la granita al gelsomino là), mentre aerei dei paesi più sfigati come Canada, Belgio e Norvegia solcano i vostri cieli puntando il dito contro Gheddafi il sanguinario, mentre voi rischiate un mio bel missile come nell”86 (mio o non mio? Mistero..) e loro invece si crogiolano nella lontananza dalla loro terra; vi scrivo mentre Berlusconi dichiara in tv di non volere arrivare a tanto e mentre il ministro La Russa non esclude un vostro intervento cercando di infondere anche un senso di sicurezza, e ancora mentre i vostri generali affermano pubblicamente che l’Italia non rischia perchè le nostre armi sono vecchie e non avrebbero mai una tal gittata, se anche volessi punire il vostro affronto come meritereste. Ma se Lampedusa fu sfiorata già 25 anni fa, credete che la nostra tecnologia vada indietro negli anni? D’altronde, i nostri cannoni sono quelli prodotti da voi. Ahahahah.

La diplomazia con voi non è servita. Avete festeggiato i 150 anni ieri, e oggi siete nuovamente i damerini del mondo. Siete i soliti soggetti a convenienza, come gli altri. Buoni a leccare culi, sputando poi sul piatto. Parlate di democrazia, quando delle guerre in Africa mi risulta che voi, come tutti gli altri, ve ne siate sempre strafregati. E allora perchè la Libia? Perchè Gheddafi? Perchè non posso avere qui, tra le mie mani, gente come Sarkozy per tirargli una bella baguette in faccia?

Ditemelo voi, italiani. Io intanto, il petrolio lo butto. Tiè. Così, ci restiamo tutti, con un pugno di mosche.

Muammar Gheddafi

Fonte foto: guidasicilia

mar 19th, 2011 | Category: Satirattualità
Tags: , , , , , , , ,
  • Pingback: Gheddafi chiama Rassegna Stagna: “voglio dettare la resa” | La Rassegna Stagna

  • cassie

    siamo minacciati di bombe da uno vestito da panno di daino? sti cazzi, quel che conta di certo non è la violazione dei diritti umani, ma il petrolio. o forse, le azioni della juventus.
    del resto, se pure il canada si sta sporcando le mani nella missione dal nome più idiota della storia, vuol dire che di sporco c'aveva già le mutande.