RSPope.jpg

Posts Tagged ‘ Annozero ’

Venite! Si menano, si menano!

Venite! Si menano, si menano!

Alla fine ce l’hanno fatta a massacrarsi di botte. Uno, Michele Santoro, è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma; l’altro, Mauro Masi ex dg Rai, pure, ma in un’altra stanza. Insomma, tutti e due stanno al Bambin Gesù a leccarsi le ferite e a farsele leccare. Tutto è nato dai risaputi
[continua a leggere...]

All you need is Il Giornale

All you need is Il Giornale

Ed eccoci qua, ogni tanto lo facciamo perchè siamo degli autolesionisti, ma anche dei bravi guaglioni che ci mettono un po’ di spirito critico (ah!), appunto, ogni tanto. Di cosa parliamo? Ma di commentare random un pezzo de Il Giornale, ovvio. Stavolta si tratta dell’articolo di Marcello Veneziani, L’anti Santoro di destra, Berlusconi non lo
[continua a leggere...]

Guerra tra ciccioni

Guerra tra ciccioni

Certo, trovarsi Giuliano Ferrara in prima serata su Qui Radio Londra, Raiuno, che si slaccia la cravatta e si caccia fuori la camiciona mentre insulta Beppe Grillo, teoricamente imitandolo, non è il massimo. Molta gente a quell’ora mangia. Il riferimento è al comizio di Beppe Grillo a piazza Duomo del 4 maggio, in cui il
[continua a leggere...]

Giulia Innocenzi nuda? Ci pensiamo noi

Giulia Innocenzi nuda? Ci pensiamo noi

Siamo stufi, nonchè moralmente toccati e afflitti, di ricevere traffico da Google con selezioni quali “Giulia Innocenzi è bona” (primi nel ranking sul caro motore di ricerca) o “Giulia Innocenzi nuda”, “a pecorina” o “porca”. Riteniamo che, in Giulia, ci sia di più oltre le gambe. C’è una bella chioma, un sorriso squaglia cuori-di-pietra e
[continua a leggere...]

La par condicio di ‘sta ceppa

La par condicio di ‘sta ceppa

Non che le due cose siano proprio interconnesse, almeno “giuridicamente”, ma se permettete la questione fa riflettere un momento. “Il direttore generale della Rai Mauro Masi ha inviato una lettera di richiamo, in tema di par condicio, a Bianca Berlinguer, direttore del Tg3, e a Mario De Scalzi, direttore ad interim del Tg2, per le
[continua a leggere...]

Diffidate da chi non beve con voi

Diffidate da chi non beve con voi

Ogni giorno un qualsiasi quotidiano che non sia diretto da Sallusti o Belpietro descrive la situazione politica ed economica italiana con l’aggettivo stagnante. Ad Annozero quelli del PdL sono così vogliosi di comparire che mandano un Ghedini fortemente influenzato, così influenzato da avere la pelle del volto lucente, un affanno mai visto e gli occhi
[continua a leggere...]

Tutte strafighe ad Annozero

Tutte strafighe ad Annozero

Basta, è ora di smontare i vecchi clichè. Queste donne di sinistra poco avvenenti, poco curate, magari un po’ puzzolenti, trasandate, alternative, zingaresche, femministe. Sì, perchè in un programma schifosamente fazioso e significativo come quello di Santoro e compari, se questa sera tra gli ospiti campeggiavano gli ottogenari e i decrepiti come Travaglio, Sottile, Granata,
[continua a leggere...]

Quando le “risse” tv ci piacciono. La satira è libera!

Quando le “risse” tv ci piacciono. La satira è libera!

Gran papocchio interessante ieri sera ad Annozero: tra un Gino Strada a gettoni, un Luttwak ovviamente opinabile (” Emergency sottou il controllou dei talebanei, peròu”), e le solite presenze travagliose e concitose, è scattata la scena memorabile, che avrà fatto gasare i vignettisti umoristici (ma non solo) di tutta Italia. Si può dire di tutto
[continua a leggere...]

Saluti dal duce

Saluti dal duce

Tra i tre poteri, l’esecutivo è quello che secondo Berlusconi se la passa peggio. Alla riunione parmense di Confindustria Silvio ha sfoggiato il meglio di sè: “Riforme a 360°, un esecutivo inutile che per ogni cosa che fa deve essere sottoposto al presidente della Repubblica che controlla anche gli aggettivi, il voler liberare imprese e
[continua a leggere...]

E fu così che trasformarono Annozero

E fu così che trasformarono Annozero

Già esperte mediatiche a tutto campo, se si uniscono poi, diventano grintosissime. Alessandra Mussolini e Gabriella Carlucci, donne mozzafiato, propositive e riflessive, a salvaguardia dei diritti umani e a tutela dei minori, non le ferma più nessuno. E adesso chiedono insieme, in una nota congiunta, l’introduzione di un sistema di classificazione dei programmi Tv. Questi
[continua a leggere...]